Cina dopo il Covid: gli stranieri ritorneranno?
News

Cina dopo il Covid: gli stranieri ritorneranno?

18-05-2022 07:30:00
Esiste un gruppo di persone che ha subìto in modo particolare la pandemia in Cina: i cittadini stranieri che, fino a poco tempo fa, chiamavano la Cina casa. Molti sono partiti a causa delle restrizioni di viaggio della Cina, che, dopo più di due anni di pandemia, rendono ancora quasi impossibile l'ingresso degli stranieri nel Paese o, per quelli già in Cina, visitare la famiglia e tornare.

Il risultato netto è stata una drastica riduzione della popolazione espatriata. Sebbene il governo non abbia pubblicato i propri dati, Jörg Wuttke, presidente della Camera di commercio europea in Cina, ha affermato in un recente forum che il numero di stranieri in Cina si è dimezzato. "Potrebbe dimezzarsi di nuovo quest'estate", ha detto.
Oltre agli effetti della pandemia, molti stranieri hanno abbandonato il paese a causa della repressione dei visti falsi, e dell’allontanamento da parte delle società di tutoraggio, e l'esodo, per certi versi, si rafforza. Alcune persone potrebbero andarsene perché quelli che se ne sono andati prima di loro erano i loro insegnanti, clienti o amici.
 

straniericina1705-2.jpg
 
A Shanghai, la città cinese con il maggior numero di stranieri, la partenza di molti di loro è evidente per chi vi è rimasto, ed ha delle ripercussioni commerciali.
Dopo 23 anni di attività, M on the Bund, un iconico ristorante con un'ampia vista sul Bund, la passeggiata lungo il fiume di Shanghai fiancheggiata da edifici di epoca coloniale, nonché su Lujiazui, il famoso grattacielo della città sulla sponda opposta del fiume, ha chiuso i battenti a febbraio. Il locale era popolare tra residenti stranieri, turisti e dignitari in visita, ma nei suoi ultimi mesi il ristorante accoglieva solo poche dozzine di ospiti al giorno, troppo pochi per sbarcare il lunario, ha detto un ex cameriere di M on the Bund.
C'erano già segnali che gli espatriati avevano iniziato a lasciare la Cina prima della pandemia.
Secondo le ultime statistiche disponibili del governo di Shanghai, il numero di residenti stranieri di lungo periodo a Shanghai è sceso del 3,5% dal picco del 2015 a circa 172.000 nel 2018. Durante il censimento nazionale del 2020, il governo ha contato poco meno di 164.000 non residenti della Cina continentale a Shanghai, rispetto ai circa 208.000 di un decennio prima. Altre regioni hanno registrato incrementi rispetto al 2010.
 

straniericina1705-3.jpg
 
Un fattore importante in questa tendenza, secondo molti intervistati, è il vantaggio in via di estinzione di cui godono i lavoratori stranieri nel mercato del lavoro cinese, poiché sempre più cinesi tornano dall'estero con la lingua inglese e competenze culturali straniere. Will, il capo cinese di Asian Tigers, ha affermato che, anche se nel 2021 le attività inbound della società di ricollocazione per gli stranieri sono diminuite, le sue attività inbound dai rimpatriati cinesi sono aumentate.
Secondo Campos, l'ex presidente del Forum PMI presso la Camera di Commercio dell'Unione Europea, negli ultimi dieci anni le aziende straniere hanno lentamente sostituito i loro manager stranieri con assunzioni locali per risparmiare denaro.
Nonostante queste tendenze, gli esperti ritengono che la domanda cinese di professionisti stranieri rimarrà elevata e stimolerà il Paese ad aprire i propri confini una volta che le politiche COVID-19 lo consentiranno.
 

straniericina1705-.jpg
 
Dan Wang, capo economista della Hang Seng Bank (Cina), ha dichiarato che "il mercato cinese sta crescendo così velocemente che fare affidamento esclusivamente sui talenti locali non soddisferà la domanda di talenti dell'economia". Qualsiasi effetto negativo delle misure cinesi di contenimento del COVID-19 sarà temporaneo, ha affermato, poiché la Cina rimarrà sempre un mercato irresistibile per le aziende straniere.
Tuttavia ciò potrebbe non accadere a breve. Con un'epidemia senza precedenti a Shanghai ancora non del tutto sotto controllo, il governo si attiene alla sua politica zero-COVID.
L'esodo della Cina nell'era della pandemia si rivelerà un reversibile una volta che il paese riaprirà i suoi confini? Oppure la popolazione straniera cinese, già piccola rispetto a molti altri paesi, diventerà ancora più piccola?
 
Originally published on Eventually, China’s Borders Will Reopen. Will Foreigners Return?
Hits: 298